Hermann Nitsch

di Alain Chivilò

 

Il Mart di Rovereto ospitò la 64esima Malaktion (Pittura-Azione) di Hermann Nitsch. Un evento multisensoriale fatto da colori acrilici, materia e una pittura di azione. Coadiuvato da assistenti il Maestro Austriaco creò opere molto forti in accordo al suo Das Orgien Mysterien Theater.

Dalla teoria dei colori scrisse: “Le mie azioni sono il mettersi in cammino verso il colore, verso il segreto profondo del colore. I colori vengono strappati dal cuore e dalle interiora degli animali macellati. La carne diventa polpa carnosa di fiori. il colore è prodotto dal furore e dalla luce delle fissioni nucleari. Una forza mostruosa e il furore della creazione fa risplendere tutto, porta i colori verso la loro nascita, le cose verso la loro manifestazione, verso la loro vitalità cromatica che respira. Accanto ai colori nascono le essenze odorose dei fiori, la dolcezza del polline. Soltanto quando tutti – le galassie, i sistemi solari, gli innumerevoli soli e mondi – si sono risvegliati all’ebbrezza luminosa e cromatica, si mostra allora la forma suprema del vivente, la figura luminosa del salvatore nelle vesti bianche, che si risvegliò ancora una volta alla luce, volto raggiante di sole del salvatore ridente, risorto (altare di Isenheim). Il suo volto è circondato dalla luce di tutti i soli del nostro cosmo, sullo sfondo il cielo stellato”.

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.