Eventi Culturali un omaggio

di Alain Chivilò

 

Gli anni e i decenni passano. Gli eventi vengono pianificati e organizzati ma poi si procede in avanti. Ogni tanto è giusto verificare quanto si è ideato e proposto finora. Nel tempo nuove proposte culturali sostituiscono quelle precedenti, ma il tempo scorre sempre inesorabile. 

Ogni mostra o presentazione è stata sempre curata in professionalità e passione. Per ogni artista la tappa è stata importante.

Oggi le tendenze si stanno modificando perchè la società stessa sta cambiando. I tre anni di pandemia, come un evento bellico, hanno sconquassato in negativo quello che di positivo poteva esserci. Come dissero i grandi Maestri del secolo scorso che all’ora erano giovani, ciò che è già presente ma che sta invecchiando, oscurerà sempre ciò che è nuovo o che è maturo.

Art Musa di Alain Chivilò ci sarà sempre ed esisterà sempre, con lo stesso spirito, ma si dovrà adeguare inevitabilmente al nuovo modo di vivere e di comportarsi delle attrici e degli attori contemporanei, poichè s’imparerà “a proprie spese che nel lungo tragitto della vita si incontreranno tante maschere e pochi volti”. Nulla di pessimistico, bensì molto di concreto perché proprio nell’essenzialità si crea, si dipana e vive AM di AC.

 

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.