Adele Bloch-Bauer II al Belvedere di Vienna

di Alain Chivilò

 

Il ritratto “Adele Bloch-Bauer II” (1912—13), collezione privata, è ritornata a Vienna per essere sottoposta ad analisi scientifiche e restauro nei laboratori del Belvedere. Dal 9 Novembre 2023 fino all’11 Febbraio 2024 è possibile vedere e ammirare il dipinto di Gustav Klimt nella sua forma originale con nuove informazioni tecniche e scientifiche.

L’opera “Adele Bloch-Bauer II” è la quarta di Klimt non presente nella collezione del Belvedere ad essere esaminata e analizzata. Dopo “Serpenti d’acqua II” della scorsa primavera, sono stati valutati dal reparto di restauro del Belvedere anche “La vita è una lotta (Il cavaliere d’oro)” e “Eugenia Primavesi”.

A livello tecnico, Stefanie Jahn, responsabile del restauro del Belvedere, ha evidenziato come “Pulendo delicatamente e meticolosamente la superficie di Adele Bloch-Bauer II, la pellicola grigia è stata rimossa e le chiare tonalità rosa, verde e blu sono state ravvivate. Utilizzando i più recenti metodi di esame è stato possibile guardare sotto la superficie del dipinto e ottenere informazioni dettagliate sul processo creativo”.

Nell’indagine svolta: le immagini a raggi X e le registrazioni della riflettografia a infrarossi rivelano ora una diversa composizione iniziale. In quella versione, Adele sta su un tappeto ovale ed è posizionata più vicino allo spettatore. Il suo vestito è molto più voluminoso. Sotto la collana ingioiellata, il suo collo è esposto, con il cappello piumato che si estende opulentemente fino al bordo del dipinto.

Belvedere e Bloch-Bauer sono legati: Adele e Ferdinand Bloch-Bauer prestarono i loro dipinti al museo nel 1919. A ridosso dei cento anni da quella data, in una delle restituzioni di opere d’arte più sensazionali, a Gennaio 2006 i due ritratti di Adele Bloch-Bauer (I e II) e altri tre dipinti sempre di Gustav Klimt ritornarono a Maria Altmann, nipote di Ferdinand Bloch-Bauer. Nel Novembre 2006 la casa Christie’s ha venduto all’asta il dipinto “Ritratto di Adele Bloch-Bauer II” per circa 88 milioni di dollari (quarta opera d’arte con il prezzo più alto all’asta all’epoca) andato all’imprenditrice, conduttrice e autrice televisiva, attrice, filantropa e scrittrice Oprah Winfrey.

Ritratto di Adele Bloch-Bauer II, olio su tela, 1912-13, cm 190×120 (75 in x 47 in).

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.